Piatto buono di Hagos

Questo articolo
è nella categoria:

RUBRICA CULINARIA SCOPRI COSA FACCIAMO

Scopri cosa facciamo Piatto buono di Hagos

Rubrica culinaria

Nuova tappa per la nostra rubrica culinaria. Questa volta visitiamo il Gambia insieme a Hagos. La ricetta che vi proponiamo è molto particolare e non ha un vero e proprio nome perché è il frutto dei ricordi e delle tradizioni di famiglia di Hagos. La preparazione di questo piatto è avvenuta tra mille risate ed altrettante lacrime: 7 cipolle grandi da tritare e frullare sono degne di essere elencate tra le fatiche di Ercole e se a questo aggiungete un frullatore non perfettamente funzionante, nel quale potete frullare al massimo due cucchiai di trito per  volta, può bastare a renderla un’esperienza unica ma… senza dubbio esilarante!

La compagnia è ottima e Hagos, che in genere non si diletta spontaneamente tra i fornelli, oggi, invece, ci regala un sorriso immenso e si muove sicuro tra un ingrediente e l’altro.

C’è gran folla alla nostra tavola, sono venute a salutarci tre volontarie e si intrattiene a pranzo anche qualche operatrice che, nonostante abbia terminato la sua giornata lavorativa, al profumo di questo piatto proprio non sa resistere e nemmeno noi.  Per il buon umore, per le belle visite improvvisate, per la splendida giornata quasi primaverile spuntata nel mese di febbraio, ci piace pensare che questo possa essere considerato un piatto di buon auspicio, che richiami alla memoria i bei ricordi, le tradizioni e la gioia di condividere e di stare insieme, insomma delle cose belle ma soprattutto buone come questa ricetta, ecco a voi, quindi, la ricetta del “piatto buono di Hagos”.

Ingredienti  per  10 persone

2,3 Kg di carne di bovino

1,4 Kg di cavolfiore

7 cipolle medio-grandi

4 patate medio-piccole (circa 500 gr. in tutto)

1 Kg di riso basmati

300 ml di olio e.v.o.

Procedimento

Tritate le cipolle e frullatele finché non otterrete una crema liscia ma non troppo liquida.

Tagliate la carne in pezzi abbastanza piccoli. Versate l’olio e.v.o in una pentola dai bordi molto alti e quando sarà ben caldo versateci la carne facendola soffriggere. Quando vi sembrerà esternamente ben dorata disponetela da parte lasciando l’olio nella pentola dove, adesso, andremo ad aggiungere la nostra crema di cipolle, che faremo cuocere per circa 10 minuti. Passato questo tempo aggiungiamo le patate tagliate a grossi spicchi e lasciamo cuocere per altri 15 minuti. A questo punto aggiungiamo nuovamente la carne che avevamo precedentemente soffritto, insieme a 500 ml d’acqua (gli ingredienti devono risultare completamente ricoperti).

Nel frattempo pulire e lessare il cavolfiore. In un’altra pentola andremo invece a cuocere il riso.

Quando l’acqua nella carne si sarà asciugata, possiamo aggiungere il cavolfiore precedentemente lessato. Mescolare bene e servire con una porzione di riso basmati.

Buon appetito e alla prossima ricetta!

TI POTREBBE INTERESSARE

Insieme, per un Natale più sostenibile
LEGGI
Io non so chi sono, il viaggio di A. dall’Egitto
LEGGI
Incontrarsi, per crescere insieme
LEGGI
Seminario online “Ridefinire l’appartenenza: l’adolescenza migrante”
LEGGI
Prendersi cura di chi si prende cura
LEGGI

NEWSLETTER