DONA ORA

Imparare a conoscere sé stessi con i gruppi di parola

Raccontarsi, raccontare la propria storia per ricostruire e rafforzare la propria identità

In questo articolo
si parla di:

Questo articolo
è nella categoria:

NEWS
Chi sono? Da dove vengo? In che modo posso farmi conoscere dagli altri?
Sembrano, forse, domande abbastanza semplici a cui rispondere. Ma non sempre è così, a maggior ragione se si è adolescenti. Ancor di più se si proviene da un Paese straniero e ci si ritrova senza famiglia e senza punti di riferimento.
Anche per questo nascono i “gruppi di parola” all’interno dei Centri di Pronta Accoglienza che gestiamo a Roma insieme alle Cooperative FAI e Integra.

Cosa sono e come funzionano i gruppi di parola

I gruppi di parola sono uno spazio di riflessione comune in cui si favoriscono prossimità, scambio e condivisione tra i minori all’interno dei CPA.
La narrazione è lo strumento cardine e consente l’esplorazione della complessità delle identità e delle appartenenze, dei riferimenti e valori culturali.
Si tratta di un’attività di fondamentale importanza per questi giovani in formazione, perché solo attraverso la consapevolezza di sé si impara a conoscere i propri diritti, ad affermarsi.

TI POTREBBE INTERESSARE

Scambiamoci un gol, in arrivo la II Edizione
LEGGI
Pace è… mani che si stringono
LEGGI
“Il running è una cosa seria” sostiene L’Approdo
LEGGI
Un delicato fiore di Anar: storie dall’Afghanistan
LEGGI
Un’estate con il gruppo appartamento L’Approdo
LEGGI

NEWSLETTER