DONA ORA

Imparare a conoscere sé stessi con i gruppi di parola

Raccontarsi, raccontare la propria storia per ricostruire e rafforzare la propria identità

In questo articolo
si parla di:

Questo articolo
è nella categoria:

NEWS
Chi sono? Da dove vengo? In che modo posso farmi conoscere dagli altri?
Sembrano, forse, domande abbastanza semplici a cui rispondere. Ma non sempre è così, a maggior ragione se si è adolescenti. Ancor di più se si proviene da un Paese straniero e ci si ritrova senza famiglia e senza punti di riferimento.
Anche per questo nascono i “gruppi di parola” all’interno dei Centri di Pronta Accoglienza che gestiamo a Roma insieme alle Cooperative FAI e Integra.

Cosa sono e come funzionano i gruppi di parola

I gruppi di parola sono uno spazio di riflessione comune in cui si favoriscono prossimità, scambio e condivisione tra i minori all’interno dei CPA.
La narrazione è lo strumento cardine e consente l’esplorazione della complessità delle identità e delle appartenenze, dei riferimenti e valori culturali.
Si tratta di un’attività di fondamentale importanza per questi giovani in formazione, perché solo attraverso la consapevolezza di sé si impara a conoscere i propri diritti, ad affermarsi.

TI POTREBBE INTERESSARE

Conoscere giocando sostiene le famiglie
LEGGI
Scambiamoci un gol, in arrivo la II Edizione
LEGGI
Pace è… mani che si stringono
LEGGI
“Il running è una cosa seria” sostiene L’Approdo
LEGGI
Un delicato fiore di Anar: storie dall’Afghanistan
LEGGI

NEWSLETTER